News

Campione del mondo in tutela ambientale

18 dicembre 2015

Che si tratti di sport o di musica, per St. Moritz ospitare eventi straordinari è un'abitudine. I Campionati mondiali di sci alpino FIS del 2017, tuttavia, si preannunciano come qualcosa di molto speciale. I cartelloni affissi ovunque stanno già creando grandi aspettative. Sulle piste, i primi tre PistenBully nell'elegante design dei Campionati mondiali lasciano già intuire che il raduno dell'élite internazionale di sci alpino sarà una manifestazione indimenticabile: un Campionato del mondo moderno, autentico ed emozionante in un paesaggio montano assolutamente unico. In questo contesto - come sempre avviene a St. Moritz - le politiche di sostenibilità hanno un ruolo di primo piano e vengono portate avanti con convinzione guardando ai Campionati mondiali 2017.

Per i Campionati mondiali 2017 è prevista da parte di Kässbohrer Geländefahrzeug AG la fornitura di 6 PistenBully alla società Engadin St. Moritz Mountains AG. I primi tre veicoli hanno già preso servizio nella loro veste smagliante sulle stupende piste svizzere. Il PistenBully 600 W Polar è destinato ad occuparsi soprattutto dei pendii estremamente ripidi. Gli altri due sono entrambi PistenBully 600 E+ e, con la loro trazione diesel-elettrica, operano in perfetta armonia con la politica ambientalista del comune dell'Alta Engadina.

Emozionante, autentico, avveniristico
Riconosciuta da tempo Città dell'energia, St. Moritz fissa sempre nuovi standard - a Muottas Muragl, per esempio, sorge il primo albergo delle Alpi in grado di coprire interamente il proprio fabbisogno di energia elettrica in autoproduzione. Oggi a St. Moritz i progetti nuovi vengono esaminati accuratamente sotto il profilo dell'efficienza energetica e della sostenibilità. Questo impegno si riflette anche nel comprensorio sciistico: la società Engadin St. Moritz Mountains AG è stata la prima in tutto il mondo a utilizzare olio biologico per i compressori dei propri impianti di innevamento. La più moderna tecnologia di innevamento assicura un manto nevoso uniforme e protegge flora e fauna. Inoltre, da tempo per tutti i battipista si utilizza esclusivamente olio idraulico biodegradabile. Del resto il team di St. Moritz è stato anche il primo al mondo a scegliere, già nel 2012, il modello ecocompatibile PistenBully 600 E+. "L'idea della trazione diesel-elettrica è perfettamente in linea con la nostra filosofia che persegue con coerenza la sostenibilità per l'uomo e l'ambiente e l'uso più parsimonioso possibile delle risorse energetiche. Vogliamo infatti sfruttare le innovazioni per contribuire a garantire il futuro turistico di Engadin St. Moritz. Possiamo così creare un'eredità che si manterrà nel tempo, secondo il motto dei Campionati mondiali "Live the Future"", conferma Adrian Jordan, responsabile Settore Tecnico COO di Engadin St. Moritz Mountains AG.

Un veicolo dal passo felpato: PistenBully 600 E+
La tecnologia della sua trazione diesel-elettrica è parsimoniosa in tutto, tranne che in fatto di potenza: meno NOx e CO2, minori consumi di carburante e, quindi, anche costi di esercizio più bassi. Da apprezzare, inoltre, la riduzione del 99% delle emissioni di particolato nell'aria. Il PistenBully 600 E+ assicura la massima capacità di spinta già ai bassi regimi. E lo fa in modo estremamente silenzioso!
L'avveniristica tecnologia E+ è la soluzione migliore per i comprensori sciistici come St. Moritz, che puntano consapevolmente sulla sostenibilità, perché è ottima non soltanto per l'ambiente ma anche per una percezione positiva da parte dei turisti.

SNOWsat: gestione delle piste attenta alle risorse
L'impegno ambientale del comprensorio sciistico è rafforzato anche dalla decisione di equipaggiare i nuovi veicoli con SNOWsat V3, il sistema di gestione delle piste con misurazione della profondità della neve. L'obiettivo è poter sfruttare con la massima efficienza possibile la neve presente nel comprensorio, distribuendo nel migliore dei modi la neve naturale e ricorrendo all'innevamento artificiale soltanto in base all'effettivo fabbisogno. Anche qui i risparmi sono interessanti: fino al 20% in meno di acqua e di energia, riduzione dei costi del carburante e minori danni al terreno.

St. Moritz e PistenBully: insieme una forza per l'ambiente - e per il successo dei Campionati mondiali 2017!

OK
Questo sito web utilizza cookies più informazioni