News

PistenBully 600 E+ in flotta

10 dicembre 2014

Il PistenBully 600 E+ prosegue la sua marcia trionfale sulle alte vette delle Alpi. Dopo aver conquistato nei suoi primi due anni di vita numerosi comprensori sciistici rinomati, che hanno optato per l’acquisto di un PistenBully “verde”, ora il Gruppo Weisse Arena di Flims-Laax ha già ordinato il secondo PistenBully 600 E+.

Questo secondo PistenBully 600 E+ è stato consegnato la scorsa settimana alle stazioni sciistiche del Gruppo Weisse Arena. Armin Schmid, responsabile operatori a Laax, aveva conosciuto il PistenBully 600 E+ già tre anni fa in occasione di una presentazione del veicolo, ed era rimasto subito affascinato da questa nuova tecnologia. “Sono stato immediatamente conquistato dal fascino della novità e dalla prospettiva di poter preparare le piste risparmiando più carburante e con un basso impatto ambientale.” La tecnologia del PistenBully 600 E+ promette, oltre ad una riduzione dei consumi del 20 %, anche un abbattimento di pari livello delle emissioni di CO2 e NOX.

Sono stati soprattutto questi vantaggi, riscontrati nella scorsa stagione, a spingere all’acquisto di un PistenBully 600 E+. “La trazione diesel-elettrica costringe l’operatore a cambiare modo di guidare, perché il motore eroga la massima potenza ad un numero di giri nettamente inferiore”, continua Armin Schmid, “di conseguenza, anche il consumo di carburante del PistenBully 600 E+ è nettamente inferiore”.

Queste prerogative del 600 E+ sono risultate evidenti durante la prima stagione di utilizzo del veicolo. “Per questo abbiamo subito deciso di acquistare un altro PistenBully verde”, conferma Martin Hug, amministratore di sciovie ed immobili del Gruppo Weisse Arena. Il Gruppo Weisse Arena attribuisce grande importanza all’aspetto della sostenibilità. “Noi offriamo ai nostri ospiti un ambiente naturale unico. La nostra attività aziendale è sempre in sintonia con queste risorse naturali, e noi ci impegniamo ad utilizzarle in modo sostenibile, perché un ambiente incontaminato è la garanzia del nostro futuro e di quello delle prossime generazioni”, afferma Martin Hug citando le linee guida dell’azienda.

Tecnica moderna – operatori particolari
Al volante di uno dei due 600 E+ si danno peraltro il cambio due operatrici. Rebecca Harris, una delle due donne, ci parla con grande entusiasmo del suo lavoro. “Ho sempre desiderato guidare un PistenBully. Questi veicoli potenti mi affascinavano già da ragazzina. Lo scorso anno ho deciso di licenziarmi dal negozio di articoli sportivi in cui lavoravo e di coronare il mio sogno”, racconta Rebecca Harris. “E non mi sono pentita di questa decisione – certo, bisogna tener testa ai colleghi, ma forse proprio in questo sta il bello”, continua Rebecca Harris, ammiccando.

La giovane operatrice inizierà adesso a lavorare con la collega sul nuovo PistenBully 600 E+. Un problema comunque ce l’ha. Per lei, il nuovo PistenBully 600 E+ è troppo silenzioso.

Armin Schmid, responsabile operatori di Flims-Laax
Rebecca Harris, operatrice PistenBully di Flims-Laax
OK
Questo sito web utilizza cookies più informazioni